CRIOGENIA

Un gas criogeno o gas criogenico o gas permanente è un gas che a pressione atmosferica bolle a temperature molto basse, inferiori ai -150°C (anche se convenzionalmente sono considerati gas criogenici anche l’anidride carbonica, il protossido d’azoto, l’etano e l’etilene che hanno punti di ebollizione superiori).
Esempi di comuni gas criogenici sono: l’aria, l’azoto, l’ossigeno, l’argon, l’idrogeno, l’elio, il metano.

Caratteristiche fisiche comuni a tutti i gas criogenici liquefatti

  • Temperature estremamente basse.
  • Sviluppo per l’evaporazione di grandi volumi di gas a partire da piccole quantità di liquido.

Technoimpianti Apm, nella propria divisione criogenica, si avvale dell’esperienza propria acquisita in 20 anni di attività e trentennale dei propri tecnici, alcuni dei quali provenienti dalla storica Bergum Impianti di Chignolo d’Isola.

TiApm dispone oggi del know-how e le attrezzature per la progettazione e realizzazione di contenitori criogenici fissi e mobili sotto vuoto per lo stoccaggio ed il trasporto di gas dell’aria (ossigeno, azoto, argon), anidride carbonica, etano, perossido d’azoto, metano liquido, ecc.

La clientela per questa divisione comprende i maggiori nomi nel mondo dei gas tecnici e società di dimensioni più contenute sia sul territorio nazionale che all’estero.

GAS DELL’ARIA

I gas dell’aria sono  normalmente presenti nell’atmosfera che respiriamo che ci circonda e includono aria, argon, anidride carbonica, azoto e ossigeno.

VAI ALLA SEZIONE

GAS NATURALE LIQUEFATTO

Il gas naturale è il combustibile fossile più rispettoso dell’ambiente, composto principalmente da metano, brucia emettendo poche quantità di gas serra in atmosfera nel processo.

VAI ALLA SEZIONE